Le cose più assurde di Amburgo

Da quando sono ad Amburgo mi succedono cose strane, molto ma molto strane. Sarà che sono stata per lunghi periodi all’estero ma avevo uno stile di vita senza dubbio più tranquillo e ci sono sempre stata per motivi di studio e non per lavorare.

Da quando sono qui, sto vivendo dei weekend e delle giornate veramente pazzi e ancora oggi mi chiedo: “Ma cosa mi prende?” reeperbahn-1247042_960_720

Ma facciamo un bilancio di un mese intero.

In questo mese sono riuscita:

  • a deprimermi per via del lavoro e dei colleghi noiosi;
  • a visitare Brema, dove sono andata a trovare la mia tandem e la sua famiglia;
  • a superare la “depressione” per i colleghi noiosi e a conoscere nuova gente;
  • a fare un corso di tedesco serale che ho seguito tanto per, dato che non avevo mai tempo per fare i compiti;
  • a finire di vedere Humans (sì, ce l’ho fatta!);
  • a cadere per ben due volte (una volta ero in casa, una volta ero per strada);
  • a chiudermi il dito nella porta;
  • ad andare a sbattere con la testa da qualche parte lo scorso weekend.

Vi sembrano già abbastanza sfighe? Non conoscete il resto. Il peggio è stato lo scorso weekend. Venerdì sera, mi viene a trovare la figlia della mia tandem da Brema. Tutto ok, se non fosse che con il tempo non l’ho sopportata più. In ogni caso, siamo andati prima a casa di amici a bere un po’, poi in un bar/club vicino la Reeperbahn. Inutile dire che ero sfattissima. La cosa assurda è che sono sparita per 4 ore (ma io l’ho saputo solo dopo!). Per 4 ore hanno tentato di rintracciarmi sul cellulare e io non so che diavolo ho fatto per tutto quel tempo (probabilmente dormito). Alle 6 meno dieci del mattino riprendo coscienza e chiamo la figlia della mia tandem che, completamente noncurante delle mie condizioni, era andata a dormire da un’altra tizia tedesca. Sono tornata a casa e fin qui tutto ok, se non fosse che il giorno dopo i miei amici mi avessero detto che sono sparita per 4 ore. A quel punto mi sono preoccupata. Ho iniziato a pensare cose assurde, tipo che qualcuno mi avesse drogata e violentata o roba simile. Alla fine, ragazzi, nessuno mi ha violentata. E’ successo tutto nella mia testa. Quando ho scoperto di avere il ciclo ho fatto i salti di gioia!

Ma parliamo di sabato. Sabato ero scazzatissima con la figlia della mia tandem che, devo dirvelo, si chiama Farina, nome che può sembrare assurdo per noi italiani. Ho dato ancora più di matto quando E., un’altra mia amica, ha ben pensato di lasciarmi sola per ore con lei e di limonarsi Melody (sì, come quella di Doremì!). Sono tornata a casa troppo piena di rabbia, perché mi è sembrato di fare la candela e la serata era stata uno schifo in generale.

Al momento sono piena di lividi e di cerotti. Melody ce l’ha con me perché mi sono arrabbiata per sabato ed E., beh, non lo so, probabilmente pensa che sono egoista ed egocentrica. Della serie: come farsi degli amici e già perderli. Complimenti, Lily!

Ma questo è quanto per oggi. A breve scriverò un altro breve post di presentazione per chi non mi conoscesse già! Seguitemi e godetevi le mie (dis)avventure!

Annunci

Un pensiero su “Le cose più assurde di Amburgo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...